...torna all'indice

TAMMY E IL T-REX
(TEENAGE T-REX)
di Stewart Raffill

Un giovane studente viene usato da un mad doctor per il suo folle ed assurdo progetto. Il cervello del ragazzo viene trapiantato in un tirannosauro biomeccanico creato dal dottore per non si sa bene quale scopo idiota. Ma il dinosauro si dimostra vendicativo e ,dopo aver scannato i suoi aguzzini, fugge alla ricerca della sua ragazza. La giovane lo accoglie (con un po' di sorpresa invero…) ed assieme ad un amico cerca un nuovo corpo in cui reinserire il cervello del suo boyfriend. Ma polizia e mad doctor sono sulle tracce del t-rex e cosi' le cose si complicano per i ragazzi costretti alla fuga. Una trama cosi' idiota è davvero difficile da rendere piacevole se non si tenta la carta della commediola demenziale splatter. Difatti il regista tenta questa strada infarcendo il film di gags dementi e pecorecce ed abbondando con le dosi di emoglobina. Ed è proprio lo splatter a salvare la pellicola con un uso divertente di effettacci di discreta fattura che annoverano decapitazioni e sbudellamenti assortiti. Il discreto tirannosauro è realizzato in economia ed accusa movimenti piuttosto scattosi. Una tecnica curiosa di ripresa spicca nel film attraverso l'uso di una zoomata nervosa e spesso ripetuta più volte in una stessa sequenza. Il reparto recitativo è composto dai soliti attori senza spessore fra cui spicca (ma non per doti di recitazione brillanti) la carina & formosa Denise Richards, futura attrice in "Starship Troopers" e "Sex Crimes". Parliamoci chiaramente: questo film è una baggianata colossale.
Ri-parliamoci ancor più chiaramente: io mi sento ancor più baggiano di lui perché mi sono divertito nel vederlo !

VOTO ESTETICO: 6 VOTO TRASH: 8