...torna all'indice

SUPERCROC
di Scott Harper

Come ha detto un mio amico, il titolo “Supercroc” fa pensare ad una pubblicità di patatine, più che ad un fanta-horror. E in effetti non aveva tutti i torti, visto il pessimo prodotto che mi sono trovato a visionare. La casa di produzione e distribuzione Asylum (“Snakes on a Train”) realizza imitazioni, con quattro soldi e quattro idee, di blockbuster di imminente uscita nelle sale cinematografiche e lancia in home-video i suoi z-movies, con qualche mese d'anticipo per cercare di fregare il pubblico più distratto. Per far ciò usa anche l'escamotage di titoli “tarocchi” con cui confondere ed imbambolare lo spettatore. “Supercroc” è il clone poverissimo di due film di imminente uscita, incentrati su coccodrilli giganti e famelici, ovvero “Rogue” di Greg Mclean (“Wolf Creek”) e, soprattutto, “Primeval” di Michael Katleman. Ma oltre al difetto di plagiare spudoratamente altre opere, il film in questione ha una povertà di messa in scena che rasenta il grottesco. I militari devono difendere una città californiana dall'arrivo di un "supercroc", ovvero un coccodrillo preistorico incazzatissimo. Questa è la trama. Pinete serene che dovrebbero essere luoghi impervi, mitra giocattolo che pretendono di passare per veri, audio cacofonico, computer grafica terribile, dialoghi ridicoli, recitazione pessima, sceneggiatura inesistente e si potrebbe andare ancora vanti per parecchio. “Supercroc” ha più difetti che pregi, anzi scusate la cattiveria, ma non credo abbia pregi. La regia prevede camera a spalla per l'80 % delle riprese, la fotografia, palesemente scoordinata da scena a scena, viene filtrata pesantemente per cercar di togliere l'alone da videoproduzione no-budget e soprattutto, la cosa più ignobile è il coccodrillo. Una figurina in pessima CG che non interagisce quasi mai con gli attori, che vanta movimenti ed una resa visiva assolutamente pedestre. Capisco la povertà di mezzi, capisco la voglia di incassare spendendo poco, capisco tutto. Ma non capisco “Supercroc”.

VOTO ESTETICO: 0 VOTO TRASH: 8,5