...torna all'indice

SHRIEK OF THE MUTILATED
(THE MUTILATED)

di Michael Findlay

Il volpone dell'exploitation Micheal Findlay nel 1974 , due anni prima di dirigere il celeberrimo “Snuff”, realizzò questo z-movie sul mito del “Bigfoot” (la versione americana dello “Yeti” in parole povere…) coadiuvato dal produttore Ed Adlum (“Invasion of the Blood Farmers”). La trama vede un gruppo di studenti recarsi, con il loro professore di antropologia, in una zona boschiva ove pare viva il leggendario “Bigfoot”. Un collega del professore, che vive sul posto, si offre di aiutarli nell'impresa ma i componenti del gruppo iniziano a morire uno ad uno a causa di misteriose aggressioni. E' dunque il “Bigfoot” il responsabile di tutto ciò ? Nello spiazzante finale, verrà a galla una tremenda verità. Tecnicamente inqualificabile, Findlay punta a shockare lo spettatore con sangue e violenza ma gli effetti speciali sono poverissimi e risibili. Resterà per sempre negli annali del trash l'immagine del “Bigfoot” (la potete vedere anche nella locandina a fianco). Un perfetto idiota saltellante con parrucca, barba finta ed un demenziale costume peloso bianco (!??!). Per il resto potete godervi una regia nulla, una sceneggiatura disastrosa, un montaggio fatto con l'accetta ed una recitazione agghiacciante. Eppure qualche idea carina nel film c'era…specie nel finale piuttosto originale e sorprendente.

VOTO ESTETICO: 2 VOTO TRASH: 9