...torna all'indice

NIGHTBEAST
di Don Dohler

Un mostro alieno, armato di pistola laser & artigli affilatissimi, piomba sulla terra ed ammazza un buon numero di persone. Poi lo accoppano. Tutto qui.
Voi direte : “Che cagata!”.
Io vi rispondo : “Si lo è”.
Però “Nightbeast” è anche divertente. Con un trama così esigua, il compianto Don Dohler (“Blood Massacre”) ci butta dentro dosi massicce di sangue ed effettacci caserecci e, soprattutto, ci delizia con la presenza del buffissimo & cattivissimo alieno (che vedete nella locandina a sinistra) che incenerisce persone, sventra disgraziati, mutila chiunque gli capiti a tiro. Una prelibatezza insomma, specie per quelli come me, amanti della serie z più becera. “Nightbeast” è un sincero, sgangherato ed ingenuo omaggio alla fantascienza e all'horror, realizzato con i consueti mezzi di fortuna da parte di Dohler che comunque, a differenza di altri suoi colleghi, riesce sempre a confezionare prodotti spassosi. Se visti, chiaramente, nell'ottica di un cinema ruspante e fortemente underground. Humor di grana grossa, qualche scena vagamente hot e, ribadisco, SOPRATTUTTO l'alieno. Dohler le tenta tutte per rendere il mascherone il più realistico possibile, dalle inquadrature nell'oscurità semi-totale, ai movimenti rapidi e fuori fuoco ma, quando i trucchetti del mestiere sono esauriti, non resta che un uomo, impietosamente ingolfato in una tuta spaziale, con un testone di gomma e lattice monoespressivo che spara raggi laser dalla sua pistola di plastica. Fantastico. Datato 1983 e distribuito in home-video dalla Troma.

VOTO ESTETICO: 5,5 VOTO TRASH: 8