...torna all'indice

I MORTI VIVENTI SONO TRA NOI
(LA REVANCHE DES MORTS VIVANTS)
di Jean Claude Roy

Horror francese del 1987 ad alto tasso trash in cui gore e sesso sono al servizio di una storia assolutamente delirante. L’Okf è un’industria che produce ed esporta latte. Nel tentativo di boicottarne la produzione, la segretaria del presidente dell’industria incarica loschi figuri di contaminare una cisterna di latte con sostanze chimiche. Ma l’atto vandalico causa la morte di tre ragazze ed un enorme scandalo. Le giovani, vendicative più che mai, risorgono dalle tombe quando alcuni rifiuti chimici dell’industria stessa vengono riversati nel cimitero. Finale assurdo. Seppur Jean Claude Roy (che usa lo pseudonimo John King in alcune versioni del film) dimostri doti interessanti da regista c’è da dire che la pellicola in questione è farraginosa e ridicola. La trama ingarbugliata ed il tentativo di miscelare poliziesco, horror, splatter ed erotismo non fanno che affossare maggiormente il prodotto. Ci sono belle attrici (non molto brave invero, ma poco conta…) che si spogliano ripetutamente ed omicidi truci e sanguinosi (come non menzionare la scena in cui una donna viene accecata con dei tacchi a spillo !!!), ma a parte questo, il film è poca cosa e molte volte scade nella demenzialità involontaria. Scena cult: le tre morte viventi coinvolte in un’improbabile scena lesbo con una ragazza viva. Delirio !!!

VOTO ESTETICO : 5 VOTO TRASH : 8,5