...torna all'indice

HANSEL E GRETEL
(NEVER HURT CHILDREN !)
di Giovanni Simonelli

Più in basso di "Bloody psycho", ancor più squallido di "Delirio di sangue", ecco a voi questo "Hansel e Gretel" vera e propria immondizia di serie ultra-z. In quest'infimo prodotto non c'è praticamente quasi nulla da salvare e il ridicolo involontario regna sovrano. La storia vede i due piccoli Hansel e Gretel venir rapiti ed uccisi da un'associazione segreta che usa i bambini per il traffico d'organi. Ma gli spiriti inquieti & vendicativi dei due pargoli si prenderanno la sanguinosa rivincita ai danni dei loro assassini. Vi giuro che raramente capita di vedere un film cosi' stupido, sconclusionato e peggio recitato di questo! I dialoghi rasentano la demenza allo stato puro e ci sono delle sequenze che lasciano sbalorditi per l'alto tasso di inettitudine del regista. Una su tutte quella in cui una donna registra le voci dei bimbi morti e decide di farle sentire ai suoi compari come prova schiacciante dell'esistenza degli spiriti. Beh, fin qui nulla di particolarmente ridicolo direte voi…E INVECE SI! Poiché il registratore riproduce assieme alla voce dei bambini pure la colonna sonora che ha commentato quella sequenza del film !!!! C'è qualche pedestre scenetta splatter a condire il tutto(simpatico il maciullamento di un contadino che finisce fra le pale della sua mietitrebbiatrice), ma non riesce ad alleviare il tedio mortale che assale lo spettatore. Pare che Lucio Fulci abbia collaborato alla realizzazione di alcuni effetti gore presenti nella pellicola (che tra l'altro ha riproposto, in brevi spezzoni, nel suo "Un gatto nel cervello"), ma il suo contributo a questa schifezza termina qui! Quindi non fatevi ingannare dalla scritta presente in locandina che dice: "Lucio Fulci presenta" poiché trattasi solo di uno specchietto per allodole inventato dai produttori Nannerini e Lucidi.

VOTO ESTETICO: 0 VOTO TRASH: 9