...torna all'indice

I DRINK YOUR BLOOD
di David Durston

Cult trash & gore del 1971 che vede un gruppo di hippies satanisti impegnati a seminar caos e violenza. Gli sbandati difatti occupano abusivamente una baracca, in un paesino rurale americano, e pestano a sangue un povero anziano che era andato da loro per cacciarli. Il nipotino del vecchio escogiterà un sistema di vendetta assai bizzarro. Infatti il bimbo uccide un cane idrofobo e ne preleva dalla carcassa delle dosi di sangue, con delle siringhe. L'umore infetto verrà poi iniettato all'interno di alcune torte date dal ragazzino agli hippies. Questi, dopo aver mangiato i dolci, diverranno idrofobi (!??!) e, sbavando a destra e a manca, incomincieranno ad uccidere e contagiare tutto il paese. La masnada di "rabbiosi" ossessi verrà sgominata, a suon di fucilate, dall'intervento della polizia. E' incredibile vedere questo film reazionario e delirante raffigurare gli hippies come dei cloni di Charles Manson, dediti ad ogni sorta di nefandezze e crudeltà. La superficialità del regista e la sua voglia di premere il piede sul pedale della paura e dei pregiudizi, che la gente americana aveva del cosiddetto "Flower Power", è talmente forzata da scatenare risate. A parte la trama demenziale quel che fa letteralmente crepare dal ridere sono le trovate di sceneggiatura lungo il corso del film. La gente per difendersi dagli sbavanti ossessi getta loro dell'acqua oppure gliela spruzza con dei tubi da giardinetto!!!! La recitazione è davvero improponibile (il bambino, in primis, è veramente terribile) e la regia molto sciatta. Musiche per sintetizzatore davvero deprimenti. Eppure ragazzi vi giuro che ci si diverte a vedere tale trashone assurdo. Pare che alla sua uscita, nei drive-in americani, tale film venisse messo in coppia con un altro trash intitolato "I eat your skin", in modo che lo spettatore potesse cosi' vedere due film al prezzo di uno! David Durston dopo aver sceneggiato e diretto "I drink your blood" si è dedicato al mercato del porno gay. Saggia scelta. In Italia uscì nei cinema col titolo "La Rabbia dei Morti Viventi"...ok, la "rabbia" c'è, ma i morti viventi dove sono ???

VOTO ESTETICO: 2 VOTO TRASH: 10