...torna all'indice


ULTIMO MONDO CANNIBALE
( LAST CANNIBAL WORLD - CANNIBALS - JUNGLE HOLOCAUST )
di Ruggero Deodato

Il signor Harper assieme ad un collega si reca nella foresta, alla ricerca di alcuni suoi dipendenti. Arrivato a destinazione non trova anima viva nell'accampamento, poichè i colleghi di Harper sono stati orribilmente divorati da una tribù di cannibali. Il nostro povero sventurato sarà catturato dai selvaggi e diverrà vittima di atroci supplizi, imprigionato in una caverna e considerato alla stregua di un animale da allevamento. Totalmente privato di tutti i suoi diritti, sembra perduto e condannato alla mercè dei selvaggi. Ma grazie alla complicità di una indigena ,dalle forme sensuali, riuscirà a sperare di nuovo in una fuga dagll'orrore. Dallo stesso produttore de "Il paese del sesso selvaggio" ecco giungere il primo vero cannibal-movie della storia, datato 1977. Giorgio C. Rossi riesce a percepire il successo di questo filone e questa volta passa i comandi della regia al celeberrimo Signor Ruggero Deodato. Con grande classe, il nostro Ruggerino, si trova perfettamente a suo agio nel girare nelle foreste selvagge e nel riuscire a trasmettere la crudeltà della natura selvaggia. Crea profondo dispiacere vedere le riprese di animali uccisi a sangue freddo ma tutto è spietatamente funzionale nella pellicola per rendere l'idea dei crudi rituali indigeni. La caverna dei cannibali sembra una cattedrale pseudo-gotica primitiva e la foresta è senza alcun dubbio tra le più inquietanti in cui sia mai stato girato un film del genere. Questa prima avventura del Signor Deodato si può definire come la costola da cui nascerà lo shoccante "Cannibal Holocaust" e paragonato ad altri film come "Cannibal Ferox" si trova su un piano qualitativo sicuramente più elevato. Certe scene sono veramente agghiaccianti, tipo quella del bambino, appena partorito, che viene buttato nel fiume e divorato da un coccodrillo oppure lo smembramento della ragazza, che poi viene cucinata a puntino con pietre calde inserite dentro la cassa toracica...insomma detto in parole povere un film da vedere a tutti i costi !!!.

VOTO: 7,5

RECENSIONE DI

FRANCO TOPITTI

...indietro