...torna all'indice


SHOCK
( TRANSFERT - SUSPENSE - HYPNOS )
di
Mario Bava

Ultimo capolavoro cinematografico del maestro del gotico Mario Bava,questa opera,vede anche l'esordio come aiuto regista del figlio Lamberto,in seguito regista di thiller e fantasy, che aiutò l'anziano padre a dirigere il film. Il film narra la storia di una donna (Daria Nicolodi, ex moglie di Dario Argento) che torna a vivere in una villa dove anni prima era avvenuto il suicidio del marito. Con lei si trasferiscono il figlioletto nato dal primo matrimonio e dotato di poteri paranormali (vedi Shining!!) e il suo attuale compagno (il grande caratterista inglese John Steiner,in seguito coprotagonista de "I due carabinieri" di Verdone e "Paprika" di Brass). Nella abitazione iniziano ad avvenire fenomeni inquietanti,e il bambino, che sembra interloquire medianicamente con il padre morto, si rende conto che il suicidio fu in relatà un omicidio..... Non svelo altro per chi non lo abbia già visto e ne consiglio la visione. Comunque l'arte di Mario Bava si vede nello scarso uso di effettacci e nell'abuso invece,di situazioni inquietanti sempre girate con gusto. Nel finale (gli ultimi 15 minuti) si sobbalza dalla poltrona più che in Profondo Rosso!!! L'ultima scena, con il bambino che "parla" con il padre nel giardino è realmente macabra! Le musiche sono dei Libra, un gruppo che contendeva ai Goblin la palma di rock band adattata alle colonne sonore, e che vedeva alla batteria Walter Martino che due anni prima, proprio con i Goblin, incise la splendida Profondo Rosso. Da ricordare che il grande Mario Bava collaborò pochi mesi prima della sua scomparsa al film Inferno di Dario Argento, curando gli artigianali ma terrorizzanti effetti speciali e la sequenza dell'apparizione della "morte" nel finale di "Inferno", realizzata proprio da Bava, ne è l'esempio. Vedere per credere....

VOTO: 7,5

RECENSIONE DI

LUCA "LUKE" CIRILLO

...indietro

recensioni