...torna all'indice


NOSFERATU A VENEZIA
(VAMPIRE IN VENICE)
di Augusto Caminito

Bizzarro intreccio di horror,gotico e fantasy datato 1987 e interpretato magistralmente dal grande Klaus Kinski in una delle sue ultime caratterizzazioni. Fu un film dalla genesi tormentata: Inizialmente la regia fu affidata a Mario Caiano che litig˛ con Kinski e allora la direzione pass˛ ufficialmente al produttore Augusto Caminito,ma in realtÓ il film fu completato da Luigi Cozzi e lo stesso Kinski con manie di "protagonismo" assoluto! In un'intervista che ho realizzato a Cozzi per Nocturno Cinema,il regista racconta dettagliatamente le difficoltÓ nel contenere il carattere di Kinski. La storia ricalca quella del Nosferatu di Herzog con lo spostamento nella suggestiva Venezia,luogo d'incontro per Kinski con l'ultima fidanzata ufficiale,Debora Caprioglio. Proprio la Caprioglio appare in un ruolo cameo non accreditato,mentre in seguito sarÓ la protagonista assoluta di "Paganini" ultimo capolavoro di Kinski. Gli effetti speciali sono pedestri ma efficaci e la regia Ŕ comunque efficace. Belle le partecipazioni di Barbara De Rossi,che si esibisce in un nudo integrale,Yorgo Voyagis,storico attore greco che contendeva a Kinski la fama di latin lover(tra le sue conquiste,Nadia Cassini e Demetra Hampton!)e poi l'indimenticabile Donald Pleaseance che con Cozzi girerÓ in seguito "Paganini Horror". La pecca sta forse nella sceneggiatura che talvolta traballa,ma in sostanza Ŕ un bel film che proprio per la sua mescolanza di "generi" Ŕ incredibilmente suggestivo. Il ritmo Ŕ lento,ma Ŕ ci˛ che la storia richiede e le "apparizioni" notturne delle ombre di Kinski hanno una forza "inquietante". Un film da riscoprire e un attore da celebrare.....

VOTO: 6,5

RECENSIONE DI

LUCA "LUKE" CIRILLO

...indietro