...torna all'indice


NON HO SONNO
di
Dario Argento

Ritorno al thriller ultra violento per Dario Argento,che richiama i Goblin a musicare il film e si fa affiancare per la sceneggiatura dal giallista Carlo Lucarelli. Dopo un beve prologo, troviamo una prostituta che scappa dalla casa di un cliente e che andrà in contro ad una morte terribile sul treno che aveva preso per tornare a casa. Anche l'amica che era arrivata alla stazione per accompagnarla,finirà uccisa dal killer. In queste prime sequenze(circa 30 tesissimi minuti),avvertiamo il ritrovato "genio argentiano" e le riprese denotano una cura tecnica che da tempo aveva accantonato. Inoltre si nota una sorta di esplorazione dei canoni del thriller "moderno",alla "Scream" per intenderci. L'immagine della prostituta che cerca disperatamente di farsi vedere dal finestrino del treno mentre il killer la uccide e abbassa le tapparelle è davvero inquietante! Comunque il killer continuerà la sua strage seguendo una macabra filastrocca(scritta da Asia Argento)e tutte le sequenze di omicidio sono ben fatte. Stilisticamente perfetto l'omicidio della ballerina verso il finale. La recitazione è discreta anche se Dionisi e la Caselli sembrano molto svogliati e comunque i veri protagonisti(e anche i migliori a recitare!) sono Gabriele Lavia(tornato con Argento dopo Profondo Rosso e Inferno) Max Von Sydow e...l'assassino che però non vi svelo. Le musiche sono ottime e vi consiglio il Dvd perchè ha degli extra davvero interessanti.

VOTO: 6

RECENSIONE DI

LUCA "LUKE" CIRILLO

...indietro