...torna all'indice


NIGHTMARES IN A DAMAGED BRAIN
(NIGHTMARE)
di Romano Scavolini

Il film shock dell'italiano Scavolini che è stato considerato come uno dei nasty-movie di punta nel genere horror. Specialmente la censura Britannica ( al solito insomma.. ) si è battuta contro di esso sequestrandolo dal mercato. George è un uomo con serie turbe psichiche derivategli dall'infanzia scioccante in cui uccise la madre e il suo amante con un'ascia. Ora è cresciuto ed è costretto a vivere in una casa di cura ma un giorno riesce a fuggire e vaga libero per le strade. Soggetto a continue crisi d'identità, disperato con una fragilità psicologica allarmante, George spia una donna ,di nome Susan, e il suo bambino e poi massacra la baby-sitter di casa con il suo boy. Nel finale si verrà a scoprire che lo stesso George è l'ex marito di Susan e padre di suo figlio. Proprio il pargolo, per difendere la vita della madre, ucciderà il maniaco. Ma a quanto pare la follia è genetica e ben presto Susan dovrà vedersela, nel violento finale, con il proprio figlioletto che la farà fuori. Scavolini (autore anche di "Un bianco vestito per Marialè") firma un'opera dalla sceneggiatura piuttosto confusa e dal montaggio non sempre di supporto alla stessa. Peccato perché se si escludono questi difetti, la pellicola in questione è davvero ben diretta e possiede notevoli momenti shock.Ottimi davvero gli effetti speciali di Tom Savini (non accreditato) che raggiungono il climax con la decapitazione a colpi d'ascia . Inoltre il film cela in sè un dura critica al mondo della medicina e della scienza che altro non fa che imbottire il maniaco di pillole senza mai giungere neanche lontanamente alla soluzione dei suoi tremendi traumi.La figura del serial-killer è quanto di più triste si possa immaginare. Un essere in perenne conflitto con se stesso, pieno di dolore per la sua incapacità a controllare gli istinti da assassino. Indicativa e disturbante la sequenza in cui una ragazza viene aggredita da George che le squarta lentamente il ventre ed intanto piagnucola e dice "I'm sorry…I'm sorry".

VOTO: 7,5

...indietro