...torna all'indice


LA MONTAGNA DEL DIO CANNIBALE
( MOUNTAIN OF THE CANNIBAL GOD - SLAVE OF THE CANNIBAL GOD )
di Sergio Martino

Primo tassello della parentesi esotico-avventuroso-truculenta (gli altri due sono "Il fiume del grande caimano" e "L' isola degli uomini pesce") aperta da Sergio Martino dopo i periodi del giallo e del poliziesco, e prima della lunga militanza nella commedia, per lo più al servizio di Gigi & Andrea. Praticamente un remake in tono minore, anche se supportato da attori di grido (Ursula Andress, Stacy Keach, Claudio Cassinelli), del mitico "Ultimo mondo cannibale" di Deodato, che sposta l' azione in Nuova Guinea e che finisce per risultare irrimediabilmente soporifero a dispetto dello scialo di splatter (solo un paio, comunque, le scene di cannibalismo, ai danni di Antonio Marsina squartato e di un indigeno evirato: per il resto si segnalano solo decapitazioni, crani fracassati, vittime di predatori e di mortali trappole nella giungla e le solite atrocità non simulate ai danni di animali selvatici). Ma cosa pretendere di più, d' altronde, da una pellicola con sceneggiatura traballante, musiche ridicole e personaggi di così poca consistenza? Solo per i completisti più accaniti del filone, che potranno usufruire di una vecchia versione da noleggio della Avo, incredibilmente non tagliata, e di una più recente della LF Film, pubblicata in "macrovision" per il solo mercato della vendita.

VOTO: 5

RECENSIONE DI

FLAVIO GIOLITTI

...indietro