...torna all'indice


MAN BEHIND THE SUN 2 : LABORATORY OF THE DEVIL
( HEI TAI YANG 731 XU JI ZHI SHA REN GONG CHANG )
di Godfrey Ho

Sequel del famigerato "Man Behind The Sun" che, se possibile, è ancor più truce e disturbante del suo predecessore. I vecchi ufficiali e dottori sopravvissuti dopo lo smantellamento dell'unità 731 si ritrovano riuniti per un nuovo progetto di armi batteriologiche. Attraverso il resoconto di uno di essi riviviamo alcuni tremendi momenti della storia del campo di esperimenti 731 ove cinesi, russi e mongoli vennero usati dai soldati giapponesi come cavie umane. Più che un vero e proprio seguito questo "Man behind the sun 2" è una sorta di remake che aggiunge pochi nuovi elementi alla vicenda (una storia di amore, pentimenti da parte di alcuni ufficiali, amicizie fra commilitoni) ed aumenta la dose di crudeltà e nefandezze. Molti degli esperimenti sulle cavie umane sono ripresi di sana pianta dal primo capitolo e riproposti qui senza varianti. Nonostante il regista Godfrey Ho dia discreto ritmo alla vicenda (il primo "Man behind the sun" era davvero statico) il film resta schiavo del suo unico punto di forza ossia la cieca brutalità. Risultano fastidiosi i moralismi inseriti nella storia e lo spessore psicologico dei personaggi è ridicolo. Lo splatter abbonda con autopsie tremende, torture assortite ed altre amenità simili. Semplicemente rivoltante la scena in cui una cavia è obbligata a fare sesso con una ragazza che ha contratto una forma disgustosa di peste bubbonica (aaaarrrggghhhh!!!). Oltre a questi primi due capitoli, esistono altri due film appartenenti alla saga "Man behind the sun". Consigliato esclusivamente a chi ha lo stomaco d'acciaio. !

VOTO: 5

...indietro