...torna all'indice


MANIAC
di William Lustig

Un folle assassino semina il terrore nelle notti buie di una caotica New York;il suo nome Ŕ Frank Zito, apparentemente un uomo comune, finchŔ non si prepara per uscite ad adescare le sue vittime, prevalentemente prostitute o coppie di fidanzatini. Il nostro amico Frank non si accontenta del semplice gesto omicida perchŔ il suo spiccato sadismo lo porta ad eseguire truci scalpi sulle vittime (con cui poi addobba i macabri manichini sparsi nel suo squallido covo). Dopo essersi fatto sfuggire una ragazza che stava per uccidere torna nella sua tana e li' le sue paranoie , le paure ed i suoi rimorsi iniziano a prender vita: i manichini si animano squartando
e facendo a pezzi il maniaco.
Questo film si avvale innanzitutto della magistrale interpretazione del grande,immenso,carismatico Joe Spinell. Nel suo personaggio riesce a modellare un classico cittadino americano che nella sua distorta personalitÓ nasconde un forte squilibrio nei confronti del sesso femminile,probabilmente generato dal suo morboso attaccamento ,avuto in passato, verso la madre. Frank Zito uccide le coppie provando un senso di invidia nei loro confronti poichè lui, in realtÓ, Ŕ un uomo profondamente solo. Uccide tutto ci˛ che rappresenta la felicitÓ ch'egli non possiede. Considerando che questo è l'esordio di Lustig ,nel cinema horror, è stato in grado di sfornare un vero e proprio gioiello "sleaze", probabilmente uno dei film più duri ed efficaci sul tema dei serial killer cinematografici. Eccellente il lavoro da effettista di Tom Savini , il quale ironicamente si fa esplodere la testa (interpretando, in una scena del film,uno sfigato con la sua ragazza aggredito da Zito) con un colpo di fucile. Ma su tutto regna la grande schizofrenia creata da Spinell per il suo personaggio. Dopo aver ucciso,violentato,scuoiato riesce a piangere nella maledizione dei suoi peccati. Che nessuno osi infangare la memoria di questo grande attore da cui io personalmente traggo ispirazione nella vita di ogni giorno. Ti ringrazio Spinell, per averci trasmesso le forti emozioni che prova uno psicolabile con l'anima in pena...grazie!!!

VOTO: 9


RECENSIONE DI

FRANCO TOPITTI

...indietro