...torna all'indice


GIALLO A VENEZIA
( MURDER IN VENICE - THRILLING IN VENICE )
di Mario Landi

Due sposi vengono ritrovati morti sopra un molo veneziano, lui pugnalato e lei affogata. Da quel momento in avanti, numerosi conoscenti delle vittime muoiono a loro volta, trucemente uccisi da un giovane studente; ma è a quest' ultimo che vanno attribuiti i primi due delitti, o c'entra piuttosto un enigmatico artista? Di giallo, in questo film, se ne vede soltanto nel titolo; la trama è infatti talmente scontata da non destare il benchè minimo interesse, e si cadrebbe addormentati dopo appena cinque minuti se lo sceneggiatore, tale Aldo Serio, non avesse provveduto a compensare la totale assenza di tensione con una massiccia dose di sanguinosi delitti e di exploit erotici. Per questo motivo, più che agli estimatori dei thriller alla Dario Argento, il presente film è consigliato agli amanti dei fumetti porno-horror italiani, che vi troveranno senz'altro di che divertirsi. Decisamente trash , ma molto meno noioso di "Patrick vive ancora" (il successivo film di Landi), "Giallo a Venezia" annovera due sequenze da antologia dello splatter: quella in cui Maria Angela Giordano, autentica martire dell' horror italico, viene tagliata a pezzi con un seghetto e quella, abbastanza disturbante, nella quale una prostituta viene brutalizzata con ripetuti colpi di forbice nella vagina.

VOTO: 4,5

RECENSIONE DI

FLAVIO GIOLITTI

...indietro