...torna all'indice


FRANKENSTEIN 2000 - RITORNO DALLA MORTE
di Joe D'Amato

Ultimo horror girato dal maestro Joe D'Amato,dopo un lungo periodo di assenza dal "genere" a lui più caro,resta uno dei film più ricercati dai fans in quanto mai uscito nelle sale(salvo per una presentazione al Fantafestival '92)e quasi introvabile in vhs,salvo una edizione limitata e numerata. In una piccola cittadina austriaca,una bella donna,aggredita e violentata da un gruppo di teppisti,finisce in coma all'ospedale. Contemporaneamente un suo amico,ex pugile,viene ucciso e trasportato all'obitorio dello stesso ospedale. Il forte legame che esisteva tra i due,continua anche in questa nuova "dimensione" e grazie alle facoltà sovrannaturali della donna,il "morto" risorge e decide di vendicarsi degli aggressori della amica. Naturalmente la ferocia del pugile sarà inaudita.... Molti sono i riferimenti al capolavoro di Joe D'Amato, "Buio Omega":ad iniziare dalla protagonista,la bravissima Cinzia Monreale,per la quale il tempo sembra non passare mai,e poi l'ambientazione austriaca,e una dettagliata scena di autopsia che richiamano alla mente il film culto del 1979. Il ruolo dell'ex pugile "redivivo" è affidato ad un altro attore "cult" del cinema di genere,ovvero Donald O'Brien,già visto in molti film di D'Amato,tra cui alcuni episodi di Emanuelle nera. Dispiace che il film abbia avuto poco seguito e sia stato mal distribuito,e non riesco a capire come mai,siano stati pubblicati quasi tutti i film del regista romano tranne questo,che testimonia l'attaccamento di D'Amato al genere horror ed è sicuramente superiore ad altri horror a basso costo.

VOTO: 6,5

RECENSIONE DI

LUCA "LUKE" CIRILLO

...indietro