...torna all'indice


E TANTA PAURA
(BLOODY PEANUTS)
di Paolo Cavara

Intreccio giallo quasi sperimentale e vagamente intellettualizzato in questa incredibile commistione di ingredienti trash ,stramba e delirante sin dalla composizione del cast (Michele Placido ed una splendida Corinne Clery affiancati da Tom Skerritt, John Steiner ed Eli Wallach). In una Milano funerea e deprimente (come nella migliore tradizione delle metropoli argentiane) si susseguono omicidi apparentemente compiuti da una stessa mano; unici indizi,un libro di fiabe intitolato "Pierino porcospino" (alcune illustrazioni del quale vengono puntualmente abbandonate vicino ai cadaveri) ed una villa che reca lo stesso nome dell'autore di quel testo, in cui una misteriosa morte ebbe luogo anni addietro. Colpi di scena a ripetizione animeranno un finale denso di sorprese, dove,forse, non vale la pena ricercare più di tanto la perfetta coerenza logica dell' intero racconto. Storia, comunque, molto curiosa e a suo modo valida, che spazia con disinvoltura dal truce al farsesco, passando per qualche stereotipo, per molte trovate inedite e per intermezzi erotici anch'essi originali, nell'ambito di un impianto narrativo che presenta più di un'assonanza con quello del memorabile "Reazione a catena" di Mario Bava. Il regista Paolo Cavara (già aiuto di Jacopetti e Prosperi in "Mondo cane", e realizzatore nel '71 del giallo "La tarantola dal ventre nero") ha collaborato alla sceneggiatura, che reca pure la firma di Bernardino Zapponi (coautore di "Tre passi nel delirio" e "Profondo rosso") e del futuro regista di commedie Enrico Oldoini (il quale, tra l' altro, compare anche nelle vesti di attore).

VOTO: 6,5

RECENSIONE DI

FLAVIO GIOLITTI

...indietro