...torna all'indice


TI PIACE HITCHCOCK ?
(DO YOU LIKE HITCHCOCK ?)
di Dario Argento

Uno studente alle prese con una tesi di laurea sull'espressionismo tedesco è l'unico testimone del patto omicida che lega due giovani e belle ragazze, basato sulla trama del film di Hitchcock "Delitto per delitto". Prodotto per la Rai (e, almeno in teoria, episodio pilota di una serie), il tanto osannato ritorno di Dario Argento si è rivelato una delusione: l'intreccio giallo è bambinesco, il ritmo pressoché inesistente e la componente cinefila (che dovrebbe essere il motore di tutta la vicenda) è all'acqua di rose. Argento ricalca pedissequamente il suo stile fatto di soggettive, dettagli, attenzioni verso le architetture delle case, ma non ottiene altro che far rimpiangere i bei tempi che furono (in questo ricorda "Nonhosonno" ), perché è proprio l'ispirazione la prima cosa a mancare. Non gli si richiede più coerenza narrativa (che appieno, forse, non ha mai posseduto), ma un giallo senza neanche una componente visiva forte si riduce a un filmetto senza interesse dove il ridicolo è sempre dietro l'angolo e, più che di Dario Argento, sembra à la Dario Argento. Non è questione di voler essere polemici a priori: chi scrive reputa interessanti alcune premesse teoriche de "Il Cartaio" (ma non il risultato finale), così come, forse, anche un film come "La Sindrome di Stendhal" andrebbe rivisto secondo un'ottica meno militante; il punto è che ci si ritrova dinanzi a un prodotto sterile, confezionato con imbarazzante pressappochismo e destinato a svanire presto dalla memoria. Di fronte a tale pochezza, anche le parole diventano superflue.

VOTO: 3

RECENSIONE DI

GIACOMO CALZONI


...indietro