...torna all'indice


DERANGED
(DERANGED: CONFESSIONS OF A NECROPHILE)
di Jeff Gillen & Alan Ormsby

Diretto nel 1974 dalla coppia Gillen/Ormsby, "Deranged" è un film che s'ispira alla storia personale di Ed Gein noto serial-killer americano che ha ispirato, con le sue gesta, film quali "Psycho", "Non aprite quella porta" ecc… La storia ci viene introdotta da un narratore-cronista che (nel fantastico stile ann '70) sconsiglia la visione della pellicola ad un pubblico sensibile. Un contadino, di nome Ezra Cobb, ha gravi problemi psichici che si aggravano irrimediabilmente dopo la morte della madre. Il "nostro" , in preda a delirio e profonda solitudine, profana la tomba materna trafugandone il cadavere che riporta a casa e con il quale discute come se fosse vivo! Ma Ezra non si ferma a quest'atto necrofilo ed inizia a scannare a destra e a manca, spellando le vittime e conservandone le salme mummificate. Ma questo suo disgustoso vizietto lo porterà ad uccidere una ragazza di troppo e verrà scoperto dalla polizia. Immerso in un'atmosfera terribilmente sleaze "Deranged" si rivela un pezzo di exploitation davvero duro ed ammorbante. Robert Blossoms interpreta alla grande il ruolo di Ezra dando vita ad una figura di psicopatico terrificante. Nonostante la mancanza di intreccio renda in alcuni punti piuttosto statica la vicenda, ci sono delle sequenze davvero memorabili. Da incubo al scena dei cadaveri mummificati a tavola agghindati come se dovessero cenare e nauseante la sequenza in cui Ezra cava gli occhi ad un morto usando un cucchiaio. Gli effetti speciali (pochi ma buoni…) sono del mitico Tom Savini. Buona la regia che, nonostante l'evidente penuria di mezzi, riesce a creare attimi di tensione e situazioni alienanti. Più che spaventare durante il corso della vicenda questo film tende a lasciare, a visone terminata, uno strano senso di disagio nello spettatore.

VOTO: 7

...indietro