...torna all'indice


CANNIBAL FEROX
(MAKE THEM DIE SLOWLY!)
di
Umberto Lenzi

Cannibal-movie italiano del veterano Lenzi che imita spudoratamente "Cannibal Holocaust" non lesinando in scene di crudissima violenza, che gli valsero il divieto di distribuzione in ben 32 paesi del mondo! La storia è poco più che un pretesto e vede una spedizione ,inviata in amazzonia, con a capo una studentessa che vuole dimostrare, attraverso lo studio diretto delle usanze degli indio, che il cannibalismo è solo una fandonia inventata dai bianchi colonizzatori!!!! Durante il viaggio la spedizione s'imbatterà in una coppia di truci spacciatori, che hanno sadicamente torturato ed ucciso gli indigeni locali, scatenando la loro ira vendicativa.Gli antropofagi compiranno un terrificante massacro e solo la studentessa sopravviverà, anche se irrimediabilmente segnata dall'esperienza. Lenzi ritenta la carta cannibal-movie dopo il precedente "MANGIATI VIVI" e questa volta la qualita' della fotografia e degli scenari è nettamente superiore. Ma il film resta comunque piuttosto sciocco e recitato da cani. Gli effetti sono davvero truculenti e ben fatti (celebre la scena in cui Zora Kerowa viene appesa per i seni con dei ganci accuminati ed altrettanto brutale la sequenza in cui ad un tipo viene spaccato il cranio, con un secco colpo di machete!), ma l'impatto non è lo stesso di "Cannibal Holocaust", anche perché, manca soprattutto l'impostazione realistica della vicenda.Con tutto il rispetto per Lenzi (che comunque in più di un'intervista ha dichiarato di non anare troppo i suoi due cannibal-movies), ma il confronto con Deodato è perso. Le idee, le soluzioni stilistiche, la recitazione ed anche il ritmo risultano altalenanti. Ci sono, anche in questo film, alcune uccisioni di animali e scene di crudeltà ai danni degli stessi, come nella tradizione dei vari cannibal-movies.

VOTO: 6

...indietro