...torna all'indice


CANNIBAL HOLOCAUST
di
Ruggero Deodato

Ecco il nasty movie per eccellenza, il punto di non ritorno per la filmografia horror. La storia narra di una spedizione inviata in amazzonia per ritrovare alcuni reporter d'assalto, recatisi nella giungla per effettuare un reportage sugli ultimi popoli cannibali e di cui si sono perse misteriosamente le tracce. Dopo numerose peripezie, la spedizione ritrova solo pochi resti scheletrici dei giornalisti, assieme alle pellicole che essi hanno girato durante il loro viaggio. I filmati vengono poi riportati in America per essere sviluppati, con la speranza, di trovar in essi la soluzione della tragica fine dei reporter. Quello che invece verra' a galla dal reportage sara' una serie incredibile di violenze e soprusi che gli stessi cronisti d'assalto hanno commesso ai danni dei pacifici indigeni della foresta. Un escalation di sangue che alla fine generera' una furia vendicativa negli indios, fino a spingerli al massacro dei quattro reporter. Ruggero Deodato osa l'inosabile, in questa pellicola che passo' serissimi guai con la giustizia ai tempi e che tutt'ora ha il divieto di venir proiettata sulle reti televisive italiane. Oltre l'aberrante violenza che percorre il film, la cosa che di certo genera piu' orrore e rabbia e' la serie di violenze perpetrate ai danni di animali (fra le quali l'atroce squartamento di una testuggine gigante). Cinico, spietato e moralistodie...si, ma con un innegabile fascino perverso. Tecnicamente eccellente, ben fotografato e con ottime musiche di Riz Ortolani, nonche' agghiaccianti effetti speciali. Il film e' tra l'altro girato quasi completamente attraverso la soggettiva dei reporter, che riprendono instancabilmente ogni atto di violenza ed ogni tappa del loro viaggio, pertanto l'impatto realistico e' davvero schoccante. Un' ultima segnalazione: uno dei quattro reporter (il piu' sadico per la precisone...) e' il buon vecchio Luca Barbareschi che per lungo tempo rinnegò il film e che solo negli ultimi tempi (nell'edizione dvd Alan Young Pictures trovate un'esauriente intervista) ha deciso di parlare di nuovo della pellicola in questione.

VOTO: 9
(ma se lo si vede con spirito animalistico...beh...allora si scende davvero sotto lo zero..)

...indietro