...torna all'indice


BUIO OMEGA -(BEYOND THE DARKNESS)
di
Joe D'Amato

Francesco è un giovane imbalsamatore che alla morte della sua amata rimane totalmente sconvolto, la sua maniacale affezione verso di lei lo spinge a rubare il cadavere, imbalsamarlo e tenerlo dentro la sua villa familiare. La governante sta al gioco e diventa la sua amante facendo amplessi di fronte al cadavere, ma diverse ragazze scopriranno il macabro mistero che si cela nella villa e nei sentimenti distorti lui.Solo che loro non potranno più sfuggire da questa ragnatela di morte in cui sono intrappolate. Intanto un'impresario di pompe funebri insospettito inizia ad indagare su Francesco ed alla fine quando si recherà nella villa troverà i corpi senza vita del ragazzo e della sua governante che si sono uccisi a vicenda. Scoprirà anche il corpo della amata ma senza sapere che in realtà è la sorella gemella svenuta...Così quando la (ri)mette nella bara ella si sveglia di colpo con un'urlo straziante. Uscita nel 1979 questa opera riesce a toccare certe tematiche che prima d'ora non si erano raggiunte. D'Amato con Buio omega ha spianato la strada al genere necrofilo(che a mio avviso è uno dei più prolifici), basti pensare all'attaccamento morboso nei confronti della morta, lo sfogo sessuale di Francesco soddisfatto sempre con la presenza di lei, la totale idolatrazione che la consacra nella villa come una regina. Così facendo il protagonista riesce a crearsi un mondo dove la morte lo accerchia stringendolo sempre di più senza lasciargli via d'uscita. Lo splatter onnipresente in tutto il film lo ha reso un vero cult horror mondiale, è un susseguirsi di uccisioni, amputazioni, autopsie e perverso erotismo necrofilo. Dice il protagonista alla sua amata prima di morire:"Neanche la morte potrà separarci",pura poesia per le mie orecchie.

VOTO: 8,5

RECENSIONE DI

FRANCO TOPITTI

...indietro