...torna all'indice


BRAIN DAMAGE - La Maledizione di Elmer
di Frank Henenlotter

Eccellente ritorno al cinema del genio Henenlotter, che si rivela come uno degli autori horror-splatter più originali degli anni '80. La trama narra di un parassita mostruoso, di nome Elmer, che si insedia sulla nuca delle vittime iniettandogli un fluido allucinogeno nel cranio. Una volta drogate, le vittime sono completamente succubi del volere del parassita, che le costringe a diventare feroci assassini pur di procurargli materia cerebrale di cui è ghiotto. Un impacciato ragazzo verrà colpito dall'assurdo verme lobotomizzatore e si tramuterà in uno schiavo ai suoi ordini. Fino al tragico finale, ovviamente. Eccezionale, scatenato, intelligente, diretto con nero umorismo ed abilità. Un film denso di scene gore al limite dell'estremo...una su tutte, quella in cui il protagonista conosce una tipa in discoteca e si fa fare un blow-job. Ma mentre la ragazza si abbassa, e tira giù la zip dei pantaloni di lui, ecco uscire di colpo Elmer che si infila nella bocca di lei e le estrapola direttamente da li' il cervello! Una scena che resta in bilico fra la volgarità, il surreale e lo splatter più truce e che lascia davvero sbalordito lo spettatore. Insomma come sempre un film alla Henenlotter : trasgressivo, estremo ed inaspettatamente profondo. Difatti risulta ben tratteggiata la figura del ragazzo protagonista, pieno di incertezze, dubbi e paure e che trova nel parassita la forza per reagire e per mettersi in mostra di fronte agli altri. In parte acida riflessione sugli effetti psicologici delle droghe, in parte critica alla società che schiaccia l'individuo, "Brain damage" è probabilmente il miglior film di Henenlotter.

VOTO: 8

...indietro