...torna all'indice


L'ARCANO INCANTATORE
di Pupi Avati

Piccolo gioiello del cinema "nero" nostrano, "L'arcano incantatore" passa sotto gli occhi della critica suscitando ben pochi clamori. In effetti, non è ai livelli de "La casa dalle finestre che ridono" dello stesso Avati, molto più incisivo e coinvolgente, specialmente per quanto riguarda la trama e la narrazione. Ma i meriti e le peculiarità di questo film del 1996 sono altri. Ciò che spicca maggiormente è l'atmosfera cupa e di mistero che aleggia sulle vicende dei protagonisti, un occultista ed il suo aiutante, ma soprattutto su una Emilia Romagna, luogo dove avvengono gli strani eventi raccontati dalla pellicola, resa davvero "magica e arcana" dal bravo regista. Da segnalare l'ottima prova recitativa di Stefano Dionisi, volto del personaggio chiave del film, e la fotografia, impeccabile nel sottolineare sensazioni e stati d'animo che trasudano dai personaggi e dai luoghi della storia.

VOTO: 8

RECENSIONE DI

FERNANDO FAZZARI

...indietro