...torna all'indice


VIOLENT SHIT
di Andreas Schnaas

Andreas Schnaas è un regista amatoriale tedesco che assieme a Jorg Buttgereit è da considerarsi come uno dei fondatori del movimento indipendente di videoamatori tedeschi. Tuttavia la strada che questo regista intraprende è assai diversa da quella dell'autore di "Nekromantik" poiché egli ignora l'aspetto psicologico dell'orrore e predilige unicamente il lato splatter estremo. "Violent shit" è il primo film di Schnaas ed è un prodotto malato e violentissimo. La storia (si fa per dire..) narra le gesta di Karl "The butcher", uno psicopatico che a causa di un'infanzia traumatica (addirittura da bambino ha parlato col demonio in persona!?!) si diletta a macellare chiunque gli capiti a tiro. In un momento clou del film, Karl in preda ad un delirio mistico, farà a pezzi anche Gesù Cristo in croce per poi infilarsi all'interno del suo grembo squartato!!! Il finale poi è la summa del morboso-delirante…difatti Karl, dopo aver ammazzato a più non posso, finirà con l'autoflagellarsi, squartandosi e partorendo un neonato! Uno dei più disgustosi film che ho mai visto, un affastellamento di delitti brutali,evirazioni,squartamenti con motosega e mannaia. Realizzato direttamente con una videocamera VHS-C a mano, il film è pieno di effettacci rozzi ma efficaci. Peccato però che la regia sia praticamente nulla e che l'uso dell'effetto strobo nelle scene sia eccessivo e nauseante. In sostanza "Violent shit" è probabilmente uno dei film più spaltter della storia, ma è anche uno dei peggio girati in assoluto. Riprese sballate,sequenze futili ed interminabili, attori improponibili e sceneggiatura totalmente assente. Solo tanta perversione, crudeltà e folle delirio..

VOTO: 1
(ma se si considera il Gore..beh..allora si supera il 100 !!!)

...indietro