...torna all'indice


UNDEAD
di Federico Rabacchin

Due scienziati stanno studiando un vaccino contro l'influenza. Uno dei due si offre come cavia, per la sperimentazione. Ma una volta ingerito il fluido qualcosa di terribile accade poiché, in realtà, non si tratta di un vaccino ma di un esperimento tenuto segreto dall'altro scienziato, che vorrebbe trovare l'elisir per l'immortalità. Ma gli effetti collaterali saranno terrificanti… Epico sforzo produttivo per un gruppo di ragazzi che realizzano questo lungometraggio, in cui horror e azione si mescolano. Il film si dipana in numerose locations, alcune delle quali davvero suggestive, ed ha un'ambientazione rurale efficace. Il regista rivela intenti ambiziosi e riesce a gestire piuttosto bene la storia che purtroppo ha un'eccessiva quantità di sub-plot che talvolta potrebbero disorientare lo spettatore. Molto volenterosi gli attori, fra cui spicca una coppia di anziani davvero spassosa. Esteticamente “Undead” risulta altalenante poiché offre momenti di ottimo impatto ed altri piuttosto raffazzonati (vuoi per il fatto che, a detta degli autori, le riprese sono state funestate da tantissimi contrattempi) ma non manca di osare, in quanto a sperimentalismi. I numerosi inserti di computer grafica, non sempre riusciti, denotano un grande coraggio nel tentare ambiziose soluzioni visive. Non manca lo splatter con frattaglie, coltellate e mutilazioni assortite, cosi come non mancano scene altamente “weird” come , ad esempio, l'omicidio di due esilaranti omosessuali oppure l'incredibile (e “Polselliana”) scena girata in una chiesa. Un applauso per Rabacchin e tutta la crew del film, con l'augurio di rivedere ben presto qualche altra nuova opera.
Sito ufficiale www.undead.too.it

VOTO: 6,5

...indietro