...torna all'indice


SUSPIRIUM MORTIS
di Fabrizio Giansante

Un gigantesco psycho-killer è all'opera in città. Un trio di ragazzi è convinto che le gesta dell'omicida siano legate ad un racconto horror, contenuto in un vecchio libro. Cosi' decidono di saperne di più incontrando lo scrittore del racconto e lo ricattano economicamente, con la minaccia di chiamare la polizia. Ma non hanno fatto i conti col potere dell'immaginazione e con il serial-killer…Opera prima di Fabrizio Giansante, il corto in questione è frutto di pura passione per il genere horror e nasce dalla collaborazione di un gruppo di amici. Ci sono buone idee, una su tutte quella che mantiene il finale sospeso nel labile confine fra realtà e finzione, e la location nel deserto parcheggio sotterraneo è suggestiva. Buona anche la scelta di far interpretare il killer ad un ragazzo effettivamente imponente, armato di una spada minacciosa. Indubbiamente l'opera non è esente da difetti, quali soprattutto la fotografia non sempre curata, alcuni piani sequenza troppo lunghi, un uso dello zoom spesso esagerato ed un montaggio che andrebbe depurato da alcuni passaggi grossolani. Gli attori se la cavano piuttosto bene, con grande spontaneità ed entusiasmo. In definitiva, un applauso per un'opera prima, forse un pizzico acerba, ma di certo densa di passione e spirito horror. Per chi volesse, è possibile scaricare “Suspirium Mortis” direttamente dal sito www.horrorlandia.it

VOTO: 6

...indietro