...torna all'indice


PREMUTOS - DER GEFALLENE ENGEL
di Olaf Ittenbach

Ittenbach torna alla carica con questo amatoriale imponente e molto ambizioso. Anzi, definirlo un film "Amatoriale" è ormai riduttivo poiché la pellicola è stata girata in digitale con una risoluzione altissima e con un budget davvero considerevole. La storia vede Premutos, l'angelo della distruzione e dei morti viventi che ritorna in azione nel mondo moderno incarnandosi in un giovane e sfigatissimo ragazzo. Il ragazzo è difatti tormentato da continui flashback che lo proiettano in svariate epoche storiche (medioevo, scozia dei clan di Wallace, Russia dell'800) e nelle quali ogni volta muore e poi risorge con sembianze mostruose. Alla fine le visioni avranno il sopravvento mutandolo in Premutos e scatenando un'orda di morti viventi al suo seguito. Direttamente debitori nei confronti di "Splatters" di Peter Jackson e con strizzate d'occhio a "Street Trash" di Jim Muro, il film si muove sui binari dello spaltter esagerato e dissacratorio. Ottime le ricostruzioni scenografiche delle epoche passate..davvero sorprendenti visto il budget (comunque basso) del film in questione.Ci sono scene violentissime alternate con altre prettamente comiche (l'accattone che recupera un vasetto con uno strano liquido, lo beve e poi gli scoppia la testa in mille pezzi!). Tecnicamente molto abile, Ittenbach costruisce una storia divertente anche se un po' confusa e piuttosto slegata in alcuni punti. Tutto sommato preferisco "The burning moon" (il suo film precedente) per i contenuti e per le idee, ma comunque "Premutos" resta pur sempre un progetto davvero lodevole e stupefacente!

VOTO: 8,5

...indietro