...torna all'indice


NO MORE...EVA !
(NON TOCCATE EVA !)

di Christian Arioli

Una ragazza è vittima di uno stupro da parte di tre balordi che, dopo aver abusato di lei, la uccidono senza pietà. Il cadavere della giovane viene casualmente rinvenuto da un mad doctor che ha occasione così di sperimentare su cavia umana le sue follie teorie. L'uomo grazie ad un microchip riesce a far risorgere la ragazza e la battezza Eva, prima donna di una nuova razza. Ma Eva conserva un profondo odio per chi l'ha uccisa e prontamente si mette a caccia dei suoi aguzzini, per ottener sanguinaria vendetta. Come ben si capisce sin dalle poche righe di trama che ho scritto, “No more…Eva!” è un prodotto di stampo fumettistico che affoga lo spettatore nella violenza parossistica. Effettacci splatter a iosa, curati da Maurizio Quarta, e regia di Arioli sporca e muscolare quanto basta per narrare questa rutilante vicenda grondante sangue. Soprassedendo sull'approssimazione della messa in scena, il corto ha il suo punto forza nella statuaria Alessia Rei, figura androgina e letale che quando picchia i cattivoni di turno riesce a trasmettere un senso di potenza e rabbia tangibili. Ed è palese come Arioli avesse intenzione di puntare principalmente su quest'aspetto e sull'azione violenta, riuscendo a costruire (specie nel delitto che si consuma in palestra) scene di notevole impatto visivo, tralasciando una qualsiasi pretesa di logica narrativa o credibilità nella vicenda. Peccato che in questo calderone di efferatezze, l'unico momento poco riuscito sia lo stupro iniziale. Comunque gli amanti del cinema di serie-b più truce lo apprezzeranno.

VOTO: 6,5

...indietro