...torna all'indice


KETAMINE KILLERS
di Michele Salvezza

Due delinquenti, logorroici e strafatti, hanno progettato un colpo in una vecchia casa e, mentre aspettano il momento buono per entrare in azione, se ne stanno in automobile a disquisire su cinema horror, porno e musica. Quando si presenta l'occasione propizia i due entrano nella villa. Ma ad aspettarli c'è un terribile destino. Semplice nel plot e nello sviluppo narrativo, questo corto di Michele Salvezza si contraddistingue per una incallita cinefilia pulp (si va da Tarantino ad “Hostel”di Eli Roth, passando per tutto il cinema di genere italiano e non) che trasuda da ogni situazione e da ogni singola battuta dei personaggi. Crudo nel linguaggio e nella violenza grafica che mette in scena, “Ketamine Killers” si avvale di una regia solida, tecnicamente valida e di buoni interpreti anche se a livello di sceneggiatura risulta sin troppo prevedibile. Gli stessi dialoghi, volutamente sopra le righe, risultano ridondanti e tecnicamente la pecca maggiore è probabilmente il montaggio, non sempre fluido e convincente. Efficaci gli effetti speciali. “Ketamine Killers” è un cortometraggio divertente che mette in luce l'interessante talento di Salvezza che, in futuro, con uno script più efficace potrà regalarci prodotti di livello decisamente alto.

VOTO: 7

...indietro