...torna all'indice


IN.TE.
di Marco Carlucci

Due personaggi a confronto all’interno di una cupa sala da interrogatorio. Miller, un detective aggressivo e Shoo, un criminale assassino. L’interrogatorio di Miller è concitato mentre l’altro si limita a rispondere in modo oscuro, ostentando una calma inquietante. Shoo stringe fra le mani una strana pietra verde che nasconde un segreto…un terribile segreto che il detective Miller sperimenterà sulla sua pelle. L’opera in questione, realizzata in miniDV, possiede due pregi fondamentali: una tecnica eccellente ed una capacità di sintesi estrema. Difatti tutta la vicenda si svolge in soli 2 minuti con un meccanismo narrativo logico, chiaro ed efficace. Carlucci dimostra tecnica di regia ed esperienza mantenendo alta la tensione e scandendo impeccabilmente il ritmo. Montaggio (sempre realizzato da Carlucci) perfetto, fotografia suggestiva e molto professionale ed attori ottimi. Di certo i mezzi dispiegati in tale produzione sono ben più elevati rispetto all’assenza di budget di molti corti realizzati da giovani filmakers, ma ciò non toglie merito alle ottime capacità di Carlucci. Efficaci anche le musiche con puntuali inserimenti di effetti audio.

VOTO: 8

...indietro