...torna all'indice


FOCOLARE DOMESTICO
di Maurizio Failla

Elisa è una tossica. Elisa è disperata. Elisa ha appena comprato una pistola e sta tornando a casa dalla sua famiglia. Elisa odia profondamente la sua famiglia. Atroce storia di vendetta ed orrore domestico narrata dal regista Maurizio Failla, su un soggetto di Roberto Palma, che incarna migliaia di autentiche (purtroppo) tragedie che il telegiornale ci propina ogni giorno. Realizzato con uno stile visivo interessante, che alterna inquadrature suggestive ad un fuori-fuoco destabilizzante, quest'ultimo per tentare di trasmettere lo stato emotivo, instabile ed offuscato, della protagonista. Cortometraggio che è un crescendo di orrore e che, al tempo stesso, risulta a volte faticoso da seguire per la scelta dell'autore di narrare completamente la vicenda con una voce fuori campo. Sebbene le immagini ben si sposino con l'incedere drammatico degli eventi, indubbiamente il ritmo si dilata eccessivamente. Nonostante ciò non mancano momenti di efficace orrore, fra di essi sicuramente va segnalata la terrificante vendetta ai danni della sorella di Elisa, in grado di strappare brividi. Tecnicamente semplice, ma ben calibrato e con una poetica non indifferente, “Focolare Domestico” tocca corde dolorose ed exploitative senza abbandonarsi agli eccessi e riuscendo a rendere, a tratti, tangibile l'orrore del quotidiano. In definitiva un'opera da tenere in considerazione che mette in luce il talento di Failla, peraltro già insignito nel “The Reign of Horror Short Movie Forum Award 2009” col premio “miglior sceneggiatura” per il precedente cortometraggio “E' una giornata ideale per i pesci banana”.

VOTO: 7

...indietro