...torna all'indice


THE GERMAN CHAINSAW MASSACRE
(DAS DEUTSCHE KETTENSAGEN MASSAKER - DIE ERSTE STUNDE DER WIEDERVEREININGUNG)

di Christoph Schlingesief

Delirante amatoriale di scuola teutonica che narra le gesta di una folle famiglia di macellai(in stile "Non aprite quella porta") che massacra viandanti per tramutarli in sanguinolenti wurstel. Una ragazza si trovera' costretta a mille peripezie e mille azioni allucinate pur di sfuggire dalle grinfie dei maniaci. Un film che lascia perplessi poiche' molto slegato e piuttosto confuso. La storia parte con dei presupposti ottimi per poi perdersi dietro fastelli di scene allucinanti ma prive di legame logico confondendo cosi' la mente dello spetattore. Eppure il punto di partenza della storia molto interessante visto che si parla della caduta del muro di Berlino e della conseguente confusione che colpisce la maggior parte dei tedeschi dell'Est. Difatti quando la ragazza fugge in auto verso Berlino incontra sulla strada un gruppo di Nazisti invasati ma in fin dei conti ancor piu' spaventati dalla mancanza di punti di riferimento e dall'assenza di un tessuto sociale in cui identificarsi ed entrar a farne parte. Quindi c'e' nel film un'acuta analisi psicologica che pero' poi si pedre dietro scenette di inseguimenti (anche se il Leatherface tedesco non male..al posto della salopette da macellaio ha una tuta sporca dell'adidas) e scenette pseudo-erotico-lesbo! Peccato perche' il regista in questione ha idee ed una tecnica invidiabile.

VOTO: 6

...indietro