...torna all'indice


LA CASSA
(THE CASE)

di Daniele Fabbri

Il marchigiano Daniele Fabbri esordisce nel mondo dell’horror amatoriale con un cortometraggio non privo di un certo interesse. Un giovane costretto a muoversi con le stampelle ha un solo desiderio: recuperare una misteriosa cassa sepolta in una zona di campagna. Per fare ciò assolda un ragazzo che, pala in mano, dovrà recuperare l’oggetto. Ma la cassa diviene ben presto il fulcro dell’avidità e chiunque la trova vuole possederla…anche a costo di uccidere. Trama semplice, ritmo gradevole e musiche puntuali accompagnano questo cortometraggio che fa leva sull’avidità umana, sulla violenza e sull’egoismo. C’è qualche “scavalcamento” di campo e qualche imprecisione qua e la, ma nel complesso la regia di Fabbri (considerato anche il fatto che si tratta di un’opera prima) funziona bene dando ordine e verve al corto. In definitiva un buon esordio che fa ben sperare anche per il futuro cortometraggio di Fabbri (in lavorazione) dal titolo “L’Intruso”.

VOTO : 6,5

 

...indietro