...torna all'indice


BAZAAR - Scrotum Amputation
di Filippo Palmesi Curti & Dario Distefano

Uno psicopatico sanguinario rapisce una giovane coppia per soddisfare il suo sadico gusto per la tortura e lo stupro. Ma l'intervento di un bizzarro cowboy metropolitano scombussolerà i piani del maniaco. Tutta qua la trama per questo cortometraggio, della durata di poco più di dieci minuti, che si getta a capofitto nel trash demenziale e gore . Realizzato nel 2008, con un budget di 1500 euro, “Bazaar” è un prodotto simpatico, dotato di alcuni buoni spunti e che ha la peculiarità di essere recitato totalmente in lingua inglese. Caricato all'eccesso in ogni suo aspetto, il film punta tutto sui dialoghi assolutamente sopra le righe e sulla recitazione fatta di smorfie e goffi movimenti fisici. Riportando alla mente più di una volta i classici horror della Troma, “Bazar” lascia però perplessi per la confezione tecnica che si mantiene in faticoso equilibrio fra trovate visive originali e ben congegnate ed un editing spesso troppo rozzo, specie per quanto riguarda l'audio in presa diretta che presenta sgradevoli salti e sporcizia. La stessa fotografia, invece che seguire i toni eccessivi del racconto, si adagia con una luce naturale che alleggerisce e rende sin troppo anonima l'atmosfera. In definitiva un prodotto che mette in luce alcune trovate piuttosto originali e che, nonostante i sopraccitati difetti, fa ben sperare per opere future di maggior qualità.

VOTO: 6

...indietro