...torna all'indice


BANSHEE
di Dario Villa

Cortometraggio del comasco Villa che, partendo da uno spunto riconducibile a "The Blair Witch Project", sviluppa una breve vicenda non priva di atmosfera e colpo di scena finale. Un ragazzo si perde in un bosco e, mentre cerca di prendere contatto telefonicamente con un suo amico, si sente improvvisamente attratto dall'ambiente che lo circonda. Vagando fra i boschi si sentirà sempre più oppresso,osservato, inseguito, fino al drammatico climax. Alcuni spunti visivi interessanti, un buon uso delle musiche e degli effetti sonori ed un'interpretazione spontanea ed efficace del protagonista (Federico Montericcio) sono i punti a favore di "Banshee". Ciò che invece non funziona è sicuramente il rozzo montaggio, che spesso fa crollare l'atmosfera che pervade le immagini. Anche la fotografia, seppur cruda e realistica, manca spesso di coerenza da una scena all'altra, cambiando di tonalità, luminosità ed intensità bruscamente. Peccato vedere un lavoro con spunti interessanti, venir "offuscato" dalla fretta nella realizzazione. Un pizzico di tempo in più, dedicato alla confezione, avrebbe decisamente cambiato il risultato finale dell'opera.

VOTO: 6

...indietro