...torna all'indice

 

 

LA SOGLIA

"PREMIO MIGLIOR LAVORO IN CONCORSO"
Joe D'Amato Horror Festival
( 28 Settembre 2003 )

Ecco a voi il quinto film targato Gutted Inc.. Periferia. Nella miseria e nello squallore. Una ragazza sta rovistando nella spazzatura quando un uomo le si avvicina. Inizialmente diffidente, la giovane rimane poi affascinata dai modi insolitamente eleganti di lui. Presto però, la ragazza scoprirà che c'è qualcosa che si annida nell'animo di quell'uomo. Ed è qualcosa di estremamente marcio e pericoloso..."La Soglia" è un cortometraggio, della durata di 25 minuti, realizzato in collaborazione con la scuola di cinema di Perugia "Salon Indien Film School". I mezzi di produzione, rispetto ai precedenti prodotti, sono incrementati notevolmente. Le riprese sono state filmate con un'ottima videocamera professionale mini-dv, la fotografia realizzata con dovizia di fari, l'audio preso con giraffa orientabile ed il montaggio è stato fatto in digitale.Il ritmo del film è un tentativo di creare una progressione di tensione che parte da una situazione apparentemente tranquilla fino a degenerare nell'orrore puro. C'è un approfondimento psicologico dei personaggi più profondo rispetto ai miei precedenti film ed in questo sono stato aiutato molto anche dai bravi attori. Questi ultimi sono sati prelevati dal corso di recitazione della scuola di cinema di Perugia. I due protagonisti sono Walter Tamburi (a tal proposito vi invito a visitare il suo sito www.occhioalmovie.com) ed Emanuela Marino, entrambi assai spigliati e professionali. Sono riusciti, a parer mio, a rendere credibili le loro parti tutt'altro che facili da gestire ed interpretare. Bravi anche gli altri attori: Caterina Matriciani, Marco Ottolenghi e Sara Menichelli, nonostante i loro ruoli fossero minori all'interno del contesto. Doverosi i ringraziamenti a Marcello Benvenuti (il suo sito www.occhiodiverso.com) che ha curato la fotografia del film. E' riuscito a creare atmosfere fredde negli esterni e cupe negli interni realizzando una fotografia gotica ed infernale per la parte conclusiva del cortometraggio. Eccellenti le musiche di Pierluigi Caramel che ha centrato appieno l'atmosfera del film alternando pezzi malinconici ad altri in perfetto stile Goblin e technodark. Personalmente ritengo bellissima la sigla che ha composto per i titoli di coda. Ringrazio anche il collega di Caramel, Paolo Croci che lo ha aiutato a registrare e mixare i brani musicali. Lo splatter è presente ma ha un ruolo piuttosto marginale ne "La Soglia". Ci sono alcuni momenti gore ma era mia intenzione puntare più sull'atmosfera malata e tesa piuttosto che sul sangue. Ovviamente è stat una scelta ardua e devo dire che spero di essere riuscito nei miei intenti. Quel che è certo è che il risultato finale mi soddisfa e mi riempe de felicità. Nonostante ci siano imperfezioni sparse qua e la ( non si finisce mai di imparare e migliorare giusto ?) devo dire che secondo me il risultato è buono e ben confezionato. Per la storia e le atmosfere mi sono ispirato ad alcuni scritti del grande Clive Barker (chi lo conosce abbastanza bene troverà riferimenti a "Paura" ed "Hellraiser") ed ho preso anche alcuni spunti dal mitico fumetto Splatter della ACME. Ringrazio anche Alessio Martino ( titolare del "Salon Indien Film School" ) per la supervisione tecnica e per il suo lavoro come cameraman. Spero che "La Soglia" piaccia poichè ci tengo moltissimo. Di certo è un film piuttosto diverso dagli altri che ho fatto in precedenza sia per i contenuti che per lo sviluppo narrativo. Resta comunque il fatto che ancora una volta sono riuscito a concretizzare la mia fantasia in un video e la cosa mi rende felice. Il mio amore per il cinema horror ha dato di nuovo frutti concreti ed io non posso che essere pieno di gioia per aver dato un contributo a questo splendido genere.

ALEX VISANI

...torna all'indice