...torna all'indice

 

 

 

 

 

 

 

...indietro


SUSPIRIA
( Goblin )
Cinevox - MDF 305


 

L'album più sperimentale, anti-commerciale, geniale, particolare e ossessivo dei Goblin, si sposa bene con quello che probabilmente è stato il capolavoro massimo di Dario Argento. Brani ricchi di suspance, tensione emotiva, ma anche tecnicamente perfetti, grazie all'utilizzo di strumentazioni vintage come il minimoog e il mellotron, abbinati a strumenti classici come il clavicembalo e la spinetta!!! La "title track" è forse il brano più "pop" dell'intero disco, nel senso che è quello che rimane più in testa, grazie ad una cantilena sonora da brivido! Tra gli altri titoli segnaliamo "Witch", agghiacciante sperimentazione di percussioni, urla disumane (!!), e sintetizzatori primordiali,assolutamente privo di logica, anarchico, folle! Siamo in pieno periodo d'avanguardia (1977) tanto che Argento si dice fosse orientato a contattare i tedeschi "Kraftwerk" (specialisti in atmosfere elettro-ipno) per musicare il film, ma alla fine si rivolse ai Goblin già utilizzati con successo in "Profondo Rosso". In poche parole, un disco intrigante, ideale per chi ascolta tanta musica "colta" e non si aspetta di trovare tra le tracce, una sorta di "Profondo Rosso parte seconda"!

Recensione by Luca "Luke" Cirillo