...torna all'indice

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

...indietro


SHOCK
( Libra )
Cinevox CD MDF 350


 

Dopo oltre 20 anni riemerge questa splendida soundtrack di quello che fu l'ultimo film cinematografico del maestro Mario Bava. I "Libra" vedevano la presenza di diversi "ex-goblin" come Walter Martino, Carlo Pennisi e Maurizio Guarini, insieme a due mostri sacri del jazz-prog come Alessandro Centofanti e Dino Cappa. Il suono dell'album non si distanzia molto dalle produzioni gobliniane, ma c' da notare in "Schock", un interessante sperimentazione di fondo, che ne fa un album coerente e accattivante pur senza molti "singoli" di peso commerciale eccezion fatta per la title track. Veniamo ai brani: "The Schock", un ottimo punto di partenza, ricco di stacchi ipertecnici della batteria di Martino (anche autore del pezzo) e del basso di Cappa. "La Baia", scritta da Centofanti, un bel solo di piano accompagnato dall'eco del mare.... "La cantina" una cantilena per synt monofonico, disturbato e disturbante...davvero bella!!! "Tranfert III" vede esclusivamente sperimentazioni di batteria e percussioni, con una ritmica incalzante. "Il fantasma suona il piano", inquietante e malinconico, perfetto per il film. "Transfert IV", un mix sonoro di moog e basso, sperimentale e innovativo per l'epoca che incalza di ritmo fino allo scioccante finale! Ascoltate questo brano in cuffia! Non mancano come da tradizione Cinevox, una serie di tracce unreleased in passato: questa volta sono 4 le "alternate movie version". Non lasciatevi sfuggire l'occasione di ascoltare un album tanto atteso e che testimonia ancora una volta l'ottimo lavoro della gloriosa Cinevox.

Recensione by Luca "Luke" Cirillo